Testo

2004

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

“Il crociato del secolo XX”

 Presentata a Vienna biografia del prof. Plinio Corrêa de Oliveira

 

 

di Karl Schaffer

 

Austria è un paese piuttosto piccolo, con appena 8 milioni di abitanti. Certe cose qui funzionano come in una grande famiglia. Per esempio, anche se non viene reso pubblico dalla stampa, un fatto importante accaduto a Vienna in poco tempo si propaga e diventa tema di conversazione negli ambienti sociali di Innsbruck, Klagenfurt o Breguenz. Questo si spiega non solo per le scarse dimensioni geografiche del paese, ma soprattutto per quella capacità di socializzare innata agli austriaci, che li fa intrecciare rapporti di amicizia un po’ ovunque, specialmente quando il ponto di contatto è un tema religioso, politico o ideologico.

Questo aiuta a capire l’enorme ripercussione della presentazione a Vienna della prima edizione tedesca del libro “Il crociato del secolo XX. Plinio Corrêa de Oliveira”, contenente la biografia del fondatore e ispiratore delle Società per la difesa della Tradizione Famiglia e Proprietà -- TFP. 

L’avvenimento ha avuto luogo il 29 aprile u.s. nel centro della capitale Apsburgica, nel Palais Coburg, recentemente restaurato. Appartenente alla famiglia Saxe-Coburg-Gotha, il palazzo è stato trasformato in prestigioso centro convegni. Fra i relatori, SAIR il Principe Dom Luiz d’Orleans e Braganza e l’autore del libro, il prof. Roberto de Mattei. 

Promosso dall’associazione Österreichische Jugend für eine Christlich-kulturelle Gemeinsamkeit innerhalb des Deutschsprachigen Raumes (Giovani austriaci per un’unione culturale cristiana nel mondo di lingua tedesca), l’evento è iniziato alle ore 17 con l’arrivo della statua pellegrina internazionale della Madonna di Fatima, la stessa che nel luglio 1973 ha versato lacrime a New Orleans (USA). 

Dalle 17 fino alle 18,30, i convenuti hanno potuto venerare il miracoloso simulacro, guidati da P. Cassian Reinert, OCist. Negli intervalli, il sig. Beno Hofshulte, presidente dell’associazione Deutsche Vereinigung für eine Christliche Kultur (Associazione tedesca per una cultura cristiana), vicina alle TFP, ha spiegato il messaggio di Fatima e la sua importanza per i giorni nostri. 

In seguito la Madonna è stata solennemente trasportata al Salone Strauss, dove il sig. Mathias von Gersdorff ha illustrato gli scopi dell’associazione Österreichische Jugend, ispirata dal prof. Plinio Corrêa de Oliveira. 

Dando inizio ai lavori, il Principe Dom Luiz ha tenuto la sua relazione, spiegando le cause profonde della crisi che scuote oggidì tutti i paesi, magistralmente trattata nel capolavoro del prof. Plinio Corrêa de Oliveira “Rivoluzione e Contro-Rivoluzione”. In una seconda parte egli ha mostrato il ruolo centrale del messaggio della Madonna di Fatima nella vita del leader cattolico brasiliano. 

Ha parlato poi l’autore del libro, il prof. Roberto de Mattei, ordinario di storia all’Università di Cassino e presidente del movimento tradizionalista Lepanto. Il prof. de Mattei ha allertato il pubblico presente sul pericolo islamico, previsto con profetica lungimiranza dal prof. Plinio Corrêa de Oliveira già negli anni 1930. La cristianità, secondo il prof. de Mattei, non sembra accorgersi del pericolo rappresentato dal fondamentalismo islamico. Egli ha concluso con un appello alla resistenza morale e ideologica, senza concessioni né capitolazioni, proprio come ci ha insegnato quell’autentico crociato del secolo XX, Plinio Corrêa de Oliveira.

Erano presenti all’atto diversi sacerdoti, membri della nobiltà austriaca, italiana e ungherese, nonché personalità di spicco della vita intellettuale viennese. Menzioniamo in modo particolare il principe Gundakar von und zu Liechtenstein e consorte, il marchese Luigi Coda Nunziante e consorte, il dott. Albert von Pethö, e il dott. Walter Hildebrand. 

La serata si è conclusa con una cena di gala nel Salone Blu dell’Hotel Radisson.

Categoria: Giugno 2004

Iscriviti alla Newsletter

Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter