Testo

2004

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

"Anche se dovessi rimanere l'ultimo degli uomini..."

 

“Questo decennio fu quello della ‘vita flautata’, dello spreco fastoso, dei viaggi continui, delle orge e della mancanza di ogni preoccupazione. Il ristagno mentale era completo. Il famoso jazz-band, lo shimmy, il cinema e lo sport, monopolizzavano tutti gli animi. Nessuno si preoccupava con niente che non fosse il piacere gioviale e lussurioso”. 

Ecco come il prof. Plinio Corrêa de Oliveira ricordava gli anni ‘20. (1)

Come un tifone, lo spirito americanista travolgeva ovunque il vecchio ordine, “demolendo irrimediabilmente la mentalità dell’uomo di avant-guerre. (...) Mentre Europa sembrava affondare nel caos, l’America toccava lo zenith dello splendore wilsoniano”.

Profondamente tradizionalista, egli reagì respingendo ogni e qualsiasi contaminazione di questo spirito. Le fotografie dell’epoca lo ritrattano profondamente pensativo e preoccupato col corso degli avvenimenti, seppure sempre animato d’una fede incrollabile nella vittoria finale della Chiesa e della Civiltà cristiana.

Passarono e decenni, e il mondo continuò a cambiare. E successe ciò che nessuno poteva prevedere.

Quello stesso Paese che aveva funto da paladino dell’americanismo, cominciò a dare segni di voler fermarsi sulla china rivoluzionaria, rifiutandosi di procedere fino alle conseguenze più estreme di quegli stessi postulati originariamente abbracciati, e anzi reagendo contro di essi in maniera anche abbastanza decisa.

Sempre attento agli sviluppi che potessero interessare alla grande lotta tra Rivoluzione e Contro-Rivoluzione, Plinio Corrêa de Oliveira non poteva non prendere atto di questo cambiamento.

Ed eccoci arrivati al momento attuale, in cui, per tanti versi gli Stati Uniti sono diventati un paese in controtendenza. Lo rileva anche il Cardinale Ratzinger: “Il cattolicesimo americano è oggi diventato una forza decisiva nel quadro della Chiesa mondiale. (...) C’è un nuovo risveglio religioso, gli ordini vivono una nuova fioritura. (...) I cattolici americani vogliono consapevolmente riprendere la lettura dei Padri della Chiesa e di Tommaso d’Aquino e formarsi su questa”. (2)

Per esaminare a fondo il fenomeno, il prof. Plinio Corrêa de Oliveira costituì nel 1986 una Commissione di studi americani, composta da soci di diverse TFP e che egli presidiò fino alla morte, nel 1995.

 

1. Plinio Corrêa de Oliveira, "A dynamite de Christo", in O Legionario, n. 321, 5-11-1938.

2. Joseph Ratzinger, Dio e il mondo. Essere cristiani nel nuovo millennio, San Paolo, 1996, p. 409.

Categoria: Marzo 2004

Iscriviti alla Newsletter

Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter