Testo

2013

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Il mondo delle TFP

 

Simposio di Pasqua

Si è concluso con pieno successo il simposio di apostolato realizzato nella sede della Fédération pro Europa Christiana, a Creutzwald in Lorena. Mentre un primo gruppo, composto dai più giovani, studiava il processo rivoluzionario e le possibilità di una reazione cattolica, un secondo gruppo, composto da veterani, analizzava le ripercussioni di tale processo all’interno della Chiesa.

Era un ambiente internazionale, con ragazzi provenienti dalla Polonia al Canada, dall’Ungheria all’Ecuador, dalla Germania al Brasile. Al cuore del simposio, le cerimonie religiose della Settimana Santa, seguite con devozione nella vicina chiesa di S. Canisius.

I relatori hanno seguito lo schema proposto nel libro «Rivoluzione e Contro-Rivoluzione», del prof. Plinio Corrêa de Oliveira. Le molteplici crisi che scuotono il mondo di oggi, spiega il pensatore cattolico, sono manifestazioni di un processo storico, ormai sei volte secolare, che egli chiama Rivoluzione. Questo processo, purtroppo, è riuscito a penetrare alcuni ambienti della Santa Chiesa, che è così diventata anch’essa un campo di scontro.

Il processo rivoluzionario e, a contrario sensu, la reazione contro-rivoluzionaria non si manifestano appena nel campo dottrinale e in quello dei fatti ma, più profondamente, nel campo delle tendenze. Ed ecco, per esempio, la moderna rivoluzione culturale, alla quale dobbiamo opporre una reazione culturale fondata sulla proclamazione del pulchrum, cioè della bellezza come principio modellante della civiltà cristiana.


 

Francia:appello ai vescovi

La Francia si sta mobilitando contro il “matrimonio” omosessuale. Due massicce manifestazioni a Parigi, a gennaio e a marzo, hanno attirato quasi due milioni di partecipanti, tra cui membri della TFP francese. Con lo stesso entusiasmo, le manifestazioni si sono poi ripetute un po’ ovunque. Preponderante il ruolo dei cattolici.I sondaggi mostrano un’opinione pubblica sempre più contraria al “matrimonio” omosessuale e all’adozione di bambini da parte delle coppie di fatto.

La Francia profonda sembra risvegliarsi. Molti vescovi, solitamente cauti, si sono già manifestati in favore del movimento contro le nozze gay. Il cardinale Vingt-Trois, arcivescovo di Parigi, è sceso sulla strada per salutare i manifestanti.

Eppure, sussiste in taluni ambienti di Chiesa un rigetto a ciò che viene chiamata la “posizione spagnola”, in riferimento alla ferma opposizione dei prelati iberici a Zapatero, e una preferenza per la “posizione tedesca”, in riferimento all’atteggiamento dialogante adottato invece dalla Conferenza episcopale teutonica.

Per dissipare ogni dubbio, l’associazione Avenir de la Culture, vicina alle TFP, ha pubblicato il manifesto “Appello rispettoso ai vescovi di Francia: Non abbiate paura”. Diffuso sui giornali e in campagne pubbliche, il documento chiede con rispetto ai vescovi di abbandonare la posizione rinunciataria e di venire invece incontro alla reazione.

Sordo al clamore popolare, però, il governo socialista è andato avanti, approvando il provvedimento.

 

 

Roma: Marcia per la vita

Insieme a decine di altre realtà prolife, italiane e internazionali, soci e volontari dell’Associazione Tradizione Famiglia Proprietà — TFP hanno partecipato alla Marcia nazionale per la Vita tenutasi a Roma domenica 12 maggio.

Ormai alla sua terza edizione, la Marcia è partita dal Colosseo alle nove del mattino e si è conclusa a Castel Sant’Angelo, da dove molti participanti hanno poi proceduto fino a piazza S. Pietro per l’Angelus del Papa. L’evento è stato preceduto, il giorno prima, da un convegno al Pontificio Ateneo Regina Apostolorum, e da una veglia di preghiera nella Basilica di Santa Maria Maggiore.

La Marcia si inserisce in una tendenza, ormai mondiale che, col lemma “nessuna eccezione, nessun compromesso”, cerca di difendere ovunque e sempre la vita umana dal concepimento fino alla morte naturale. L’aborto è un “crimine abominevole”, come ricordò Giovanni Paolo II.


 

Napoli

È stato presentato, a Napoli, il volume «Trasbordo ideologico inavvertito e Dialogo», del prof. Plinio Corrêa de Oliveira.Ha moderato l’incontro Marina Carrese, che ha curato la pubblicazione per l’Editoriale Il Giglio. Sono intervenuti Guido Vignelli, autore della post-fazione e Julio Loredo, dell’Associazione Tradizione Famiglia Proprietà.

 

USA

Una trentina di giovani, in Texas, ha partecipato al “2013 Spring Camp”, organizzato dalla TFP americana. Il tema centrale è stato “La spiritualità della Contro-Rivoluzione”, trattata non solo dal punto di vista teorico ma anche con esempi concreti di santi. Un intervento è stato dedicato alle gesta di Santa Giovanna d’Arco. Al termine del convegno, i partecipanti hanno fatto un pellegrinaggio a piedi fino ad una statua pubblica della Donzella d’Orleans.


PERU

Eletta Sindaco di Lima, nel 2011, la signora Susana Villarán ha avviato una vera e propria rivoluzione culturale tesa a cambiare in profondità la fisionomia culturale e morale della metropoli peruviana.La reazione del pubblico non si è fatta aspettare. Con la partecipazione di Tradición y Acción, consorella delle TFP, si sono raccolte le firme per l’impeachment del Primo cittadino e del Consiglio comunale. Mentre Villarán è riuscita a conservare la poltrona per un esiguo 1,3%, e solo grazie all’appoggio della Democrazia cristiana, la totalità meno uno dei consiglieri è stata revocata.

Categoria: Giugno 2013

Iscriviti alla Newsletter

Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter