Testo

2014

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Gli uomini più intelligenti del mondo credono in Dio

L’ateismo diminuisce l’intelligenza. Al contrario, la credenza in Dio la aumenta. Non è una provocazione, bensì un dato statistico.

Col titolo “Delle dieci persone con più alto coefficiente intellettuale nel mondo, otto sono credenti e sei sono cristiani”, Steve J. Williams, autore del libro «What Your Atheist Professor Doesn’t Know (But Should)», ha pubblicato sulla rete un articolo elencando le dieci persone viventi con più alto coefficiente intellettuale (IQ). Ebbene, otto sono credenti, ben sei sono cristiani, e solo due si dichiarano atei.

Conclude Williams: “Vediamo, dunque, che le più brillanti menti del nostro tempo sono aperte all’esistenza di Dio. Se aggiungiamo che la maggior parte degli scienziati di alto livello non sono atei, direi che l’argomento principale degli agnostici, cioè che la Fede equivale a ignoranza, cade per terra”.

 

Yes we can

Ormai, quando una costruzione si distingue per la sua bruttezza, non è per niente improbabile che si tratti di una chiesa. Tra le varie scusanti una è: “Oggi non si possono più fare le chiese d’un tempo…”.

I fatti, però, smentiscono tale argomento, come confermano le fotografie di tre chiese moderne, eppure perfettamente in linea con la tradizione. In senso antiorario: la Basilica del Voto Nazionale, a Quito, Ecuador, inaugurata nel 1988; la Cattedrale della Madonna di Fatima, a Karaganda, Kazakistan, inaugurata nel 2013; e la chiesa del Santissimo Nome di Gesù, a West Raleigh, Stati Uniti, ancora in fase di costruzione.

Quest’ultima è degna di nota: fu votata, sbancando altri progetti futuristici, dalla stragrande maggioranza dei fedeli.

Categoria: Dicembre 2014

Iscriviti alla Newsletter

Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter