Testo

2015

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Il mondo delle TFP

 

Perù: “carovana” estiva

Approfittando delle ferie estive, un gruppo di volontari della TFP peruviana ha attraversato alcune zone delle Ande meridionali. Partendo da Cusco, l’antica capitale degli Inca, la “carovana” si è diretta verso sud, per la Cordillera del Vilcanota, visitando anche i paesini di montagna più sperduti, salvo poi piegare verso est scendendo man mano verso la selva amazzonica. I ragazzi della TFP hanno diffuso lungo il percorso le pubblicazioni dell’associazione.

 

Austria: contro l’eutanasia

Forze potentissime stanno spingendo in tutta Europa per l’approvazione dell’eutanasia. Niente di più logico: dall’uccisione dei nascituri, con l’aborto, adesso si passa all’uccisione dei malati terminali e degli anziani. La TFP austriaca ha lanciato una campagna di pressione sul Parlamento affinché sia conservato nella Costituzione il divieto all’eutanasia, cioè al suicidio assistito. Solo questo tipo di divieto potrebbe salvare il Paese dall’abisso eugenetico. Parallelamente, la TFP chiede al governo, senza arrivare a ciò che si conosce come accanimento terapeutico, di potenziare le cure ai malati gravi, con la fattibilità dell’assistenza domiciliare. L’iniziativa, chiamata “Non morire per mano dell’uomo”, ha già raccolto più di trentamila firme, che saranno consegnate al Parlamento.

 

Roma: TFP partecipa alla processione dell’Immacolata

Come è ormai tradizione, un gruppo di volontari della TFP italiana, indossando le tipiche cappe rosse, ha partecipato alla processione dell’Immacolata che, ormai da qualche anno, si svolge nel Centro Storico di Roma la sera della festa. Organizzata dall’Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote, la processione è partita dalla chiesa di Gesù e Maria al Corso, preceduta da una banda musicale. Snodandosi per le vie del centro, il corteo è passato davanti a Palazzo Chigi, salvo poi arrivare a piazza della Minerva. La cerimonia si è conclusa nella chiesa di Santa Maria sopra Minerva, con un momento di preghiera presieduto da S.E.mons. Matteo Maria Zuppi, vescovo ausiliare di Roma per il Centro Storico. La mattina, i volontari della TFP avevano deposto un omaggio floreale ai piedi del monumento all’Immacolata in piazza Spagna.

 

EUA: continua la diffusione di “Return to Order”

Continua con grande successo la diffusione del libro “Return to Order”. Scritto da John Horvat, vice presidente della TFP americana, l’opera raccoglie le conclusioni della Commissione di Studi americani guidata dal prof. Plinio Corrêa de Oliveira. Con più di trentamila copie vendute e centinaia di convegni di presentazione, il libro della TFP è diventato una lettura d’obbligo per chi vuole capire le ragioni più profonde dell’attuale crisi e le sue conseguenze per il sistema americano. L’attuale crisi economica, scrive Horvat, è un’avvisaglia di qualcosa di molto più profondo: il crollo di certi presupposti che hanno generato la modernità. Tale crollo ci spinge a fare una domanda fino a poco impensabile: è possibile restaurare l’ordine cristiano?

 

Francia: capodanno con la TFP

Come è ormai tradizione, in occasione di Capodanno le TFP europee hanno organizzato un corso di formazione nella sede di Creutzwald, in Francia. Il tema: la vocazione di Plinio Corrêa de Oliveira nell’ordine temporale. Alle lezioni seguivano momenti conviviali e visite culturali, senza dimenticare l’aspetto più importante: le cerimonie religiose, sia in parrocchia, sia nella propria sede.

 

Washington: March for Life

Quando, nel 1960, Plinio Corrêa de Oliveira fondò la Società per la difesa della Tradizione Famiglia e Proprietà, prevedeva già che la difesa dei valori della vita e della famiglia avrebbe costituito il cuore della lotta contro la Rivoluzione nei decenni venturi. In questo senso, si può dire che la TFP sia stata la prima associazione pro life del mondo. Coerente con tale impegno, sin dalla prima edizione, nel 1974, la TFP americana partecipa alla March for Life che si realizza ogni anno a Washington, in occasione della ricorrenza della sentenza della Corte Suprema che legalizzò l’aborto negli Stati Uniti. Questa Marcia, ispirata allo slogan “nessuna eccezione, nessun compromesso”, costituisce un modello e uno stimolo per il movimento per la vita in tutto il mondo. Con i suoi caratteristici stendardi rossi col leone rampante, e accompagnata da una banda musicale, la TFP americana è ormai un elemento centrale della marcia. Quest’anno, la March for Life ha superato ogni record, a riprova di quanto il popolo della vita sia una realtà crescente e sempre più agguerrita. Negli Stati Uniti, infatti, l’aborto è in calo, le cliniche che lo praticano stanno chiudendo, e le restrizioni legali si fanno sempre più stringenti.

Categoria: Marzo 2015

Iscriviti alla Newsletter

Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter