pliniologo

Sito dedicato al

Prof. Plinio Corrêa de Oliveira
(1908-1995)

pensatore e leader cattolico,

ispiratore delle Società per la difesa della

Tradizione Famiglia e Proprietà - TFP

Home

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Centenario di Plinio Corrêa de Oliveira

 

L'anti '68

 

Organizzato dal Circolo Unità di Vita insieme al Centro Studi “M.F. Sciacca” si è tenuto a Firenze un convegno per analizzare l’opera del prof. Plinio Corrêa de Oliveira. Intitolato “Tradizione Famiglia Proprietà: l’anti ‘68”, l’incontro ha avuto luogo nel Grand Hotel Baglioni, nel centro storico del capoluogo mediceo, ed ha contato sulla partecipazione di numeroso pubblico tra cui spiccavano molti giovani.


Nelle sue parole introduttive, il dott. Ascanio Ruschi, presidente del Centro M.F. Sciacca, ha rievocato il 40° anniversario del maggio ‘68, punto di partenza della rivoluzione culturale che ha travolto tanti dei valori che costituivano la nostra civiltà, dalle origini fondamentalmente cristiane.


Il dott. Marco Brilli, direttore del Circolo Unità di Vita, ha mostrato come non tutto, però, è perduto. Anzi. Proprio adesso si cominciano a vedere, qua e là, delle reazioni salutari, come quella, appunto, ispirata all’opera di Plinio Corrêa de Oliveira.


Ha poi parlato il sig. Julio Loredo, della TFP italiana, svolgendo una breve ma profonda analisi dello spirito che anima la rivoluzione culturale, il cui scopo è la “totale disintegrazione del sistema”, nelle parole di uno dei suoi corifei, Herbert Marcuse. Si tratta d’una rivoluzione che contesta radicalmente e allo stesso tempo tutte le forme di autorità e di coazione legale o morale, in ogni campo e in ogni forma.


Il sig. Juan Miguel Montes, della TFP italiana, ha invece centrato il suo intervento sull’“anti ‘68”, vale a dire sugli ideali di Tradizione Famiglia e Proprietà e, in particolare, sull’aspetto tendenziale della necessaria reazione contro il Sessantotto.


Molti si sono applicati a confutare il ‘68 dal punto di vista dottrinale, ha detto, senza accorgersi che è stata una rivoluzione quasi esclusivamente tendenziale, cioè nella musica, nella moda, nei costumi e via dicendo. Una reazione che si fermi alla confutazione filosofica delle dottrine anarchiche sarà, nel migliore dei casi, una reazione appena parziale e, quindi, inefficace.


Ha moderato l’incontro D. Joseph Luzuy, dell’Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote.

Categoria: Marzo 2009

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter