pliniologo

Sito dedicato al

Prof. Plinio Corrêa de Oliveira
(1908-1995)

pensatore e leader cattolico,

ispiratore delle Società per la difesa della

Tradizione Famiglia e Proprietà - TFP

Home

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Paladini della fiducia

 

Chi conosceva Plinio Corrêa de Oliveira non poteva non restare meravigliato della sua vivacità. Profondamente turbato dal rumore degli avvenimenti moderni, egli non aveva tuttavia niente di quei personaggi che passano il tempo a lamentarsi di come le cose vanno male. Questo tipo di personaggi possono convincere, ma non entusiasmano perché non danno speranza. Plinio Corrêa de Oliveira era, invece, un uomo di speranza calorosa ed entusiasmante.

Questa speranza proveniva, fondamentalmente, dalla certezza di fede nel trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Una certezza derivante non solo dalla virtù teologale della speranza, ma anche da una sana teologia della storia e, nondimeno, dalla precisa promessa fatta dalla Madre di Dio a Fatima, nel 1917.

Definendo la sua opera spirituale, egli scrisse:

"Chi siamo noi? Nella tempesta, nell’apparente disordine, nell’apparente afflizione, nell’apparente rovina di tutto ciò che per noi sarebbe la vittoria, noi siamo quelli che hanno avuto fiducia, che non hanno mai dubitato, anche quando il male sembrava aver vinto per sempre.

"Chi siamo noi? Siamo figli e saremo gli eroi della fiducia, i paladini di questa virtù. Quanto più gli avvenimenti sembreranno smentire la voce della grazia che ci dice "vincerai!", tanto più crederemo alla vittoria di Maria!"

Questa speranza era sorretta da una profonda devozione alla Madonna, in cui egli vedeva la mediatrice di ogni consolazione, di ogni aiuto. Negli anni ‘50, egli scrisse in italiano la preghiera che riproduciamo a fianco, e della quale mai si separò, recitandola frequentemente. In essa è riflessa tutta la filiale devozione che animava questo "crociato del secolo XX" nei confronti di Colei che egli giustamente chiama "Mamma":

"Quando vi troverete in pericolo, invocatemi col dolce nome di Mamma. Regina del Cielo, abbi pietà di noi e concedici la grazia di cui abbiamo bisogno. Scioglieteci questo nodo. Così sia".

Categoria: Giugno 2009

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter