Newsletter Marzo 2013 - 2

Newsletter Marzo 2013 - 2
testata_newsletter

Newsletter dell'Associazione Tradizione Famiglia Proprietà — Marzo 2013 — 2

 

{share:facebook}   {share:twitter}

 

Settimana Santa

 

        Gentile ,

 

          Con le solenni cerimonie della Domenica delle Palme siamo entrati nel periodo forse più denso dell'anno liturgico: la Settimana Santa.    

       Denso perché è proprio nei misteri evocati in questi giorni che si compie la nostra redenzione, per la passione e morte in croce di Nostro Signore Gesù Cristo. È sulla croce che Egli realizza la sua missione, per la quale era venuto in mezzo a noi. È sulla croce che Egli vince il peccato e spalanca le porte del Cielo. È sulla croce che Egli offre il sacrificio supremo e perfetto, rinnovato poi in modo incruento fino alla consumazione dei secoli nella Santa Messa.

 

 veglia_pasquale      

 

        Plinio Corrêa de Oliveira viveva il periodo della Settimana Santa con una profondità spirituale difficile di sondare. Chi lo ha visto partecipare alla Missa in Coena Domini, alla Via Crucis e all'adorazione della Santa Croce il Venerdì Santo, fino alla fastosa veglia pasquale, può testimoniare quanto queste celebrazioni toccassero la sua anima nelle fibre più intime. Perfino la sua fisionomia, di solito già seria, assumeva una gravità ancora più marcata, che invitava al raccoglimento, al rispetto e alla contemplazione. La foto sopra lo rittrae nella veglia pasquale del 1989.

        Sempre attento alle condizioni del mondo contemporaneo, e specialmente alla situazione di Santa Romana Chiesa, Plinio Corrêa de Oliveira non poteva esimersi dal fare un paragone fra le sofferenze di Nostro Signore Gesù Cristo e quelle del Suo Corpo Mistico. "La Chiesa — scriveva il pensatore brasiliano — si presenta oggi a noi come Nostro Signore Gesù Cristo nella Sua Passione, coperta di piaghe e barcollando sotto la Croce verso il Calvario".

          Quali erano i pensieri di Plinio Corrêa de Oliveira nella Settimana Santa?

        Per aiutarci a vivere questo periodo con la dovuta elevatezza, egli ha scritto due Via Crucis, pubblicate l'una nel 1943 e l'altra nel 1951. Quest'ultima è stata tradotta all'italiano e pubblicata, prima dalla casa editrice Cristianità, di Piacenza e poi dall'Associazione Luci sull'Est, di Roma.

        La natura di queste meditazioni e il loro tenore esprimono, in modo inequivoco, la coscienza dell’unità fra vita religiosa e vita politico-sociale, che caratterizza la prospettiva cattolica contro-rivoluzionaria. Sono un’applicazione della teologia richiamata da Papa Pio XI nell’enciclica Quas primas, con la quale venne istituita la festa liturgica di Cristo Re. Queste meditazioni sono un contributo particolarmente utile per cogliere i caratteri specifici della spiritualità degli apostoli della Contro-Rivoluzione.

           Il testo italiano è stato successivamente registrato su CD da doppiatori professionali, con un bel accompagnamento musicale.

        Invitiamo i nostri cari lettori a seguire Nostro Signore Gesù Cristo nei misteri della Sua passione e morte, ascoltando questa bellissima Via Crucis nel link sotto indicato:

         http://www.pliniocorreadeoliveira.info/IT_Multimedia_ViaCrucis_video.htm

          Chi, invece, volesse ricevere a casa un esemplare di questo CD, è pregato di inviare una mail a: info@atfp.it  indicando nome e indirizzo.

 

        Con i nostri migliori auguri di Santa Pasqua

          Cordialmente

        

 

firma loredopicc                                                                                                                            Julio Loredo

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

 

© Associazione Tradizione Famiglia Proprietà, Viale Liegi 44, 00198 Roma. Direttore responsabile: Julio Loredo. Questa Newsletter ha carattere meramente informativo. Se non desidera riceverla più, basta clickare qui Cancellati. Per qualsiasi informazione inviate una mail a info@atfp.it