Rivista TFP

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Pentecoste e “segreto di Maria”

 

di Plinio Corrêa de Oliveira

 

Vi è una certa analogia tra la Pentecoste e il “segreto di Maria” di cui parla S. Luigi Grignon di Montfort. Fino a quel momento, gli Apostoli non vedevano bene, non capivano bene, non agivano bene, c’era in loro qualcosa di pesante, di impantanato, che non si sbloccava. Con la Pentecoste, improvvisamente, tutto cambiò. Questa grazia giunse loro attraverso la Madonna. Il fuoco scese prima su di Lei e poi si diffuse suglio altri, per far capire che Lei è la Mediatrice di tutte le grazie.

Quanto ciò è simile al “segreto di Maria” di cui parla s. Luigi Grignon di Montfort! Quando ci si unisce per pregare con entusiasmo la Madonna, possiamo essere visitati da una grazia improvvisa, straordinaria. Anche il più opaco, il più debole, il più fuorviato, può improvvisamente essere riempito dallo Spirito Santo.

Siamo in un tempo in cui lo spirito delle tenebre avanza e sembra dominare tutto. Non sarebbe logico, non sarebbe simmetrico, non sarebbe ragionevole e proporzionato che, nel momento in cui lo Spirito Santo sembrerà completamente espulso dalla terra, torni improvvisamente, e le cose comincino a cambiare?

Non è una previsione, ma una semplice ipotesi. Se continuiamo a pregare con animo la Madonna, chissà se in un determinato momento Lei non ci concederà una grazia che ci converta fino in fondo, per diventare pienamente ciò che dobbiamo essere.

Dobbiamo vivere con questo orizzonte sempre in mente, con questa idea che lo Spirito Santo viene per chi sta ai piedi della Madonna. E chi riceve lo Spirito Santo riceve la fonte di tutte le grazie.

Perciò, pregando, pregando, pregando ben uniti alla Madonna, potremo ottenere improvvisamente la grazia di conversione della quale abbiamo tanto bisogno. Per la nostra malvagità, noi non corrispondiamo alla grazia, e rimaniamo in questa cecità, proprio come gli Apostoli. A un certo punto, tutto cambierà. Ecco la bella preghiera: Emitte spiritum tuum et creabuntur, et renovabis faciem terrae - invia il tuo Spirito e tutte le cose prenderanno una nuova vita, e sarà rinnovata la faccia della terra!

Dobbiamo presentare questa preghiera a Nostro Signore Gesù Cristo attraverso la Madonna: “Invia lo Spirito Santo Divino a questo mondo marcio, corrotto e cieco, e tutte le cose saranno come create di nuovo. Tu, mio Dio, rinnoverai la faccia della terra! La terra è piena di spazzatura. Fai scendere il fuoco purificatore che bruci tutto ciò che dev’essere bruciato, e rinnovi ciò che dev’essere rinnovato”.

Chiediamo alla Madonna di fare questo con noi, di farci ricevere lo Spirito Santo Divino, e noi saremo rinnovati. Il nostro apostolato sarà rinnovato.

Ecco ciò che dobbiamo chiedere con fiducia, con fedeltà, nel Rosario, nella Comunione, durante il giorno. Sono sicuro che questa preghiera sarà un giorno esaudita, perché chi chiede riceve, chi cerca trova, a chi bussa gli si apre la porta!

Categoria: Marzo 2018

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter