Rivista TFP

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Gran Bretagna: il “Rosary Revival”

di Edward Knowles

 

Nell’ottobre 2017 in Polonia fu organizzata una recita del Santo Rosario in una catena umana che occupò tutta la frontiera est del Paese per mostrare al mondo, e in particolare alla Russia, che i cattolici polacchi si erano mobilitati. L’evento, definito il “Rosario del confine”, è stato giustamente commentato dai media come segno del vento conservatore e patriottico che soffia da quelle parti.Nell’aprile dello scorso anno, nel silenzio dei mezzi di comunicazione, l’evento si è ripetuto in Gran Bretagna. I cattolici inglesi si sono riuniti in un’immensa catena umana che, partendo dalle lontane Isole Shetland, ha fatto tutto il giro delle coste di Scozia, Inghilterra e Galles.

Per gli analisti, il “Coast to coast Rosary”, il raduno di preghiera per la conversione dell’Inghilterra, ha segnato una svolta nel cattolicesimo inglese. Il prof. Stephen Bullivant della St. Mary’s University, autore del libro «Esodo di massa: la diserzione cattolica in Gran Bretagna e in America dal Vaticano II», in proposito osserva: “Il declino del Rosario - anzi, della pietà mariana in generale - negli ultimi cinquant’anni è stato davvero notevole”.

Nel 1952, lo stadio di Wembley si riempì con 83mila cattolici che pregavano il Rosario. E quella era solo una piccola parte del milione di cattolici britannici che partecipavano alla “Rosary Crusade”, nei parchi e negli stadi di calcio. Il Rosario è andato poi scemando dopo il Concilio. Negli anni Settanta, una scena come quella di Wembley sarebbe stata impensabile. Oggi, il panorama sta di nuovo cambiando, in senso opposto.

Commenta Bullivant: “Una sorta di fervore per il Rosario sta soffiando nella popolazione cattolica. Cresce il numero di ragazzi che non si vergognano di essere visti a scuola sgranando gli Ave Maria. La devozione mariana sta tornando in vigore, specialmente tra i giovani che, curiosamente, non erano stati educati alla recita del Rosario”.

L’anno scorso la cattedrale di Westminster era piena per la consacrazione dell’Inghilterra e del Galles al Cuore Immacolato, e anche per la festa della Madonna del Rosario. Il santuario mariano di Walsingham continua ad attrarre decine di migliaia di visitatori ogni anno. Questo rinnovato fervore raggiungerà l’apice nel 2020, quando l’Inghilterra sarà di nuovo consacrata come “la dote della Madonna”.

Categoria: Marzo 2019

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter