Articoli di Plinio Corrêa de Oliveira

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Omaggio di fedeltà al Papa

(branni)

 

di Plinio Correa de Oliveira

 

Non è con il mio entusiasmo da giovane, che mi pongo oggi dinanzi alla Santa Sede. È con un entusiasmo più grande ancora, molto maggiore. Poiché man mano che vivo, penso e acquisisco esperienza, capisco e amo di più il Papa e il Papato. (...)

Mi ricordo ancora le lezioni di catechismo in cui mi spiegarono il Papato, la sua istituzione divina, i suoi poteri, la sua missione. Il mio cuore di bambino (avevo solo 9 anni) si colmò di ammirazione, di trasporto, di entusiasmo: avevo trovato l'ideale a cui mi sarei dedicato per tutta la vita. Da quel giorno, l'amore a quell'ideale non fece altro che crescere. E supplico la Madonna che lo faccia crescere in me sempre e sempre più, fino al mio ultimo sospiro. (...)

E questo amore al Papato (...) non è in me un amore astratto. Esso include un amore speciale alla persona sacro santa del Papa, sia colui di ieri, di oggi o di domani. Un amore di venerazione. Un amore di ubbidienza. Sì, insisto: di ubbidienza. Voglio dare ad ogni insegnamento di questo Papa, nonché dei suoi antecessori e successori, quell'intera misura di adesione che la dottrina della Chiesa mi prescrive, considerando infallibile ciò che Essa ordina che si consideri infallibile, e tenendo per fallibile ciò che insegna che è fallibile. Voglio ubbidire agli ordini di questo o di qualunque altro Papa in tutta la misura in cui la Chiesa comanda che siano ubbiditi. Cioè, non sovrapponendogli mai la mia volontà personale, né la forza di qualsiasi potere terreno, e rifiutando l’ubbidienza soltanto, assolutamente soltanto a un ordine del Papa che supponesse il peccato. Poiché in un tale caso estremo, come ce lo insegnano tutti i moralisti cattolici - ripetendo le parole dell'Apostolo San Paolo - dobbiamo porre al di sopra di tutto la volontà di Dio.

Questo è ciò che mi fu insegnato nelle lezioni di catechismo. Fu quel che lessi nei trattati che studiai. Così la penso, così la sento, così sono. E lo faccio di tutto cuore.

(Plinio Corrêa de Oliveira - Articolo pubblicato sul giornale "Folha de São Paulo" del 12/7/1970, intitolato "La perfetta allegria")

Categoria: Articoli sulla "Folha de S. Paulo"

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter