Articoli di Plinio Corrêa de Oliveira

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Clark Gable e Filippo II

 

di Plinio Corrêa de Oliveira

 

CL1Mi ricordo che quando viaggiavo da Londra a Parigi, c’era sullo stesso aereo il famoso attore di Hollywood Clark Gable. Allora, ho cercato di analizzarlo.

Inizialmente mi è sembrato che godesse di una splendida salute. Un uomo ben costituito, dai movimenti naturali, con un insieme che infonde una sensazione di gradevolezza, di un permanente benessere, di una persona che sta bene con sé stessa.

Questi aspetti ispirano una certa fiducia. La sua energia non è rivolta contro nessuno, non sta combattendo né insegnando col dito in su e l’aria di un dottore della verità. Un uomo forte, dando l’impressione che aiuterebbe qualsiasi persona bisognosa del suo aiuto contro un delinquente.

Da un altro lato, è un uomo sorridente, dal sorriso aperto, largamente affabile, senza volgarità ed accogliendo bene qualsiasi persona che gli si presentasse. Possedendo una certa distinzione naturale, ma fingendo non notare negli altri la mancanza di distinzione. Durante il volo mi resi conto che alcune persone gli chiedevano l’autografo ed erano trattate come se ipoteticamente fossero raffinate quanto lui.

Risultato: tutti quanti finivano col simpatizzare con Gable. All’uomo di oggi piace relazionarsi con persone felici, spensierate, forti e che non lo schiaccino con la loro superiorità. In questo consisterebbe l’idea del “uomo buono”. Un individuo buono in tutti i sensi, nell'anima e nel corpo, è l’uomo attualmente considerato simpatico.

CL2Consideriamo un altro tipo di uomo. Ad esempio, il re Filippo II di Spagna.

Ai giorni d'oggi potrebbe essere considerato antipatico. Perché? Innanzi tutto, perché è un uomo molto serio. L’idea di serietà oggigiorno non piace. In secondo luogo, presenta una fisionomia armata contro un avversario, il che ugualmente è sgradevole all’uomo moderno. Infine, Filippo II rappresenta la fisionomia di un uomo molto logico, il che causa repulsione alle persone della nostra epoca.

Se presentassimo all’uomo contemporaneo un Filippo II e un Clark Gable, il re spagnolo potrebbe essere rifiutato, mentre l’attore nordamericano potrebbe essere applaudito. Come mai? Perché corrisponde ad un certo stato d'animo del pubblico dei nostri tempi.

Categoria: Serie "Ambienti Costumi Civiltà"

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter