1995

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Un maestro del pensiero contro-rivoluzionario

 

“In Italia quello che rimane di cattolicesimo tradizionalista è divenuto (...) puramente reazionario, della scuola brasiliana di Corrêa de Oliveira”, ammetteva il sacerdote e opinionista Gianni Baget Bozzo su Repubblica.

Infatti, l’influenza del pensiero e dell’esempio di vita di Plinio Corrêa de Oliveira su significativi settori della destra cattolica italiana e mondiale è stata notevole. “Plinio Corrêa de Oliveira è il massimo esponente del pensiero cattolico tradizionale – affermava Don Giuseppe de Vargas Machuca sulla rivista Nobiltà – la sua fama è conosciuta in tutto il mondo. È il paladino della contro-rivoluzione”.


Dai servizi su L’Alfiere (Napoli, 1962) e la pubblicazione di «La Libertà della Chiesa nello Stato Comunista» su Il Tempo (Roma, 1963), alla prima edizione italiana di «Rivoluzione e Contro Rivoluzione» (dell’Albero, 1964) e l’ampia diffusione della sua ultima opera «Nobiltà ed Élite tradizionali analoghe» (Marzorati, 1993), il pensiero del prof. Corrêa de Oliveira è stato un costante punto di riferimento nel panorama intellettuale del tradizionalismo italiano.


Il suo successo è dovuto, innanzitutto, alla capacità di offrire una spiegazione globale, profonda e coerente del fenomeno rivoluzionario, fornendo rigorosi criteri intellettuali e morali per una chiara analisi delle crisi odierne.

Ma il prof. Corrêa de Oliveira ha voluto essere anche l’apostolo delle sue stesse idee. Infatti, è stato sopratutto un’uomo d’azione.


Rovesciando il disfattismo proprio di un certo tradizionalismo, Plinio Corrêa de Oliveira ha dimostrato che è possibile sbarrare il passo alla Rivoluzione anche ai giorni nostri. Fondando e ispirando dinamiche organizzazioni oggi presenti in ventisei paesi, Plinio Corrêa de Oliveira ha dimostrato che è possibile arruolare migliaia di giovani sotto lo stendardo della Tradizione, trasformandola in una forza vincente.


Egli ha dato alla Contro-Rivoluzione un valore a dir poco supremo: la speranza. In questo senso, possiamo ripetere con l’illustre canonista, Anastasio Gutiérrez C.F.M.: l’opera di Plinio Corrêa de Oliveira è stata senz’altro profetica.

Categoria: Novembre 1995

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter