2014

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Libro della TFP francese

 

In difesa della famiglia

 

Aborto, eutanasia, coppie di fatto, “matrimonio” omosessuale, ideologia gender, contraccettivi, pillole del giorno dopo… Una vera valanga devastatrice si sta abbattendo su un’istituzione che, al contrario, andrebbe tutelata con ogni mezzo come caposaldo dell’ordine morale e sociale: la famiglia. Da una prospettiva rivoluzionaria, questa valanga è perfettamente spiegabile: distrutta la famiglia si cancellano le radici dell’equilibrio psicologico, si annienta la sorgente della moralità, si elimina la cellula fondamentale della società, si dà un colpo mortale al principio della proprietà privata e alla tradizione. In una parola, si passa dalla civiltà alla barbarie.

Ne «L’origine della famiglia, della proprietà e dello Stato» Friedrich Engels mostra, con sorprendente lucidità, come la famiglia sia la radice di ogni “alienazione”, cioè di ogni soggezione a un ordine superiore, sia sociale sia politico. Più recentemente, pensatori post-freudiani hanno puntato il dito contro la famiglia come fonte principale di “nevrosi”, cioè nel loro linguaggio, come freno alla libera espansione della sessualità scatenata. “Il padre – scrive Herbert Marcuse – è l’archetipo di ogni dominazione, inizia la reazione a catena di schiavitù, ribellione e dominazione coatta che caratterizza la storia della civiltà”. Civiltà dalla quale l’uomo dovrebbe liberarsi, tornando quindi alla barbarie.

Per difendere la famiglia, spiegandone le fondamenta e funzioni, la TFP francese ha pubblicato un libretto intitolato «Il matrimonio cristiano è necessario all’equilibrio della società?». Basato esclusivamente sul Magistero pontificio, l’opuscolo mostra come quando vacilla l’istituzione della famiglia, è tutto l’ordine sociale che minaccia rovina. “La famiglia è la cellula madre della società – dice il libro – quando non si rispettano né la legge naturale né quella di Dio in ciò che la concerne, ne risultano conseguenze funeste per tutto il corpo sociale”.

Alla famiglia va anche associato un ideale di santità. La famiglia scaturisce dall’ordine naturale. Nostro Signore l’ha, però, elevata alla dignità di sacramento: “Elevando il matrimonio alla dignità di sacramento, Nostro Signore Gesù Cristo ha aperto per gli sposi una via di santità nella quale il fine naturale della perpetuazione della specie umana è innalzato a un livello molto più nobile: generare nuovi membri per il Corpo Mistico di Cristo”. Il Magistero ribadisce che gli sposi devono raggiungere il vertice della perfezione cristiana all’interno del matrimonio.

Il libro della TFP francese è parte della campagna “La Francia ha bisogno della civiltà cristiana”, un’iniziativa che sta riscuotendo molto successo.

 

Categoria: Giugno 2014

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter