2015

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Fatima e la conversione della Russia

 

La Russia è menzionata ben due volte nel segreto di Fatima. Prima come flagello dell’umanità (gli “errori della Russia”), e poi come paese antesignano del trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Quale mistero si cela in questi riferimenti? Trascriviamo alcuni brani della relazione di Julio Loredo nel convegno internazionale sulle apparizioni di Fatima tenutosi a Mosca nel maggio 2007.

 

“Sono del Cielo”... Con queste parole, pronunciate il 13 maggio 1917, la Madonna stessa ha spiegato la portata delle apparizioni di Fatima: vengono dal Cielo. La Madonna non è apparsa senza motivo. Dio stesso ha voluto inviare la Sua Madre Santissima. Si tratta, dunque, di un intervento della Divina Provvidenza nella storia della salvezza.

 

Rivelazione profetica

Nella Presentazione al documento «Il Messaggio di Fatima», pubblicato nel luglio 2000 dalla Congregazione per la Dottrina della Fede, il cardinale Tarcisio Bertone, allora segretario della Congregazione e ora [2007 ndr] segretario di Stato di Sua Santità, dichiara: “Fatima è senza dubbio la più profetica delle apparizioni moderne”. Nel commento teologico a conclusione dello stesso documento, il cardinale Joseph Ratzinger, allora Prefetto della Congregazione, qualifica il messaggio di Fatima come “Rivelazione privata”, cioè non facente parte del depositum fidei, ma comunque vera parola di Dio.

Dobbiamo, quindi, qualificare Fatima come una Rivelazione divina di carattere profetico. Cosa vuol dire “profetico”?

S. Tommaso spiega che, nell’Antico Testamento, i profeti erano inviati per stabilire la Fede e per correggere i costumi. Oggi, la Fede è ormai stabilita, visto che le promesse si sono pienamente compiute in Gesù Cristo. Ma la profezia che ha lo scopo di correggere i costumi non è cessata e non cesserà mai (Comm. in Math., cap. XI). Questa profezia, insegna il Dottor Angelico, si rende necessaria quando gli uomini si allontanano in modo grave dalla retta via. Ed ecco che, nella Sua infinita misericordia, la Divina Provvidenza invia profeti “non ad novam doctrinam fidei depromendam, sed ad humanorum actuum directionem” — non per rivelare nuove dottrine di Fede, ma per dirigere gli atti umani (Summa Theologiae, II-II, 174, 6 ad 3).

Nella logica di questa prospettiva dobbiamo costatare che, all’inizio del secolo XX, l’umanità si era talmente deviata dalla retta via da richiedere l’intervento della stessa Madre di Dio per ravvivarne la Fede e per condurre l’umanità alla conversione. “Conversione” vuol dire abbandonare una strada per prenderne un’altra esattamente opposta.

Quale crisi ha portato l’umanità a questa triste situazione? In quale opposta direzione dovrà camminare per convertirsi? Nella terza apparizione, la stessa Madonna lo svela.

 

Il “segreto di Fatima”

Il 13 luglio, dopo aver mostrato ai bambini l’inferno, la Madonna disse: “Avete visto l’inferno, dove vanno le anime dei poveri peccatori. Per evitarlo, Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato. Se farete quello che vi dirò, molte anime si salveranno e avranno pace”.

Questa è la prima parte del segreto e tratta, come vediamo, delle situazioni spirituali individuali. Un’anima in stato di grazia si salva. Se, invece, muore nel peccato, va all’inferno.

Nella seconda parte del segreto, la Madonna tratta delle situazioni spirituali colletive, che meritano castighi colletivi:

“La guerra sta per finire, ma se non smetteranno di offendere Dio, nel regno di Pio XI ne comincerà un’altra peggiore. Quando vedrete una notte illuminata da una luce sconosciuta, sappiate che è il grande segnale che Dio vi dà per avvertirvi che si appresta a punire il mondo per i suoi delitti, per mezzo della guerra, della fame e di persecuzioni alla Chiesa e al Santo Padre.

“Per impedire tutto questo vengo a chiedere la consacrazione della Russia al mio cuore Immacolato e la comunione riparatrice nei primi sabati. Se si ascolteranno le mie richieste, la Russia si convertirà e si avrà pace; diversamente, diffonderà i suoi errori nel mondo, promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa; i buoni saranno martirizzati, il Santo Padre dovrà soffrire molto, diverse nazioni saranno annientate. Infine, il mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre mi consacrerà la Russia che si convertirà, e sarà concesso al mondo un tempo di pace”.

 

Il nucleo del messaggio

La Madonna descrive, quindi, un’umanità in preda ad una gravissima crisi, della quale gli “errori della Russia”, vale a dire il comunismo sovietico, erano allora l’aspetto più dinamico e più deletereo. Questa crisi non è frutto del caso o della fatalità storica. Esiste un innegabile fattore di colpa da parte degli uomini, altrimenti non si capirebbe perché essi meritino tanti castighi, alcuni dei quali si sono già compiuti, altri ancora no.

Questa crisi tocca ogni campo: politico, sociale, economico, culturale, filosofico, religioso e via dicendo. Si tratta di una crisi spirituale che trova le sue radici nei problemi più profondi dell’anima, da dove si estende a tutti gli aspetti della personalità dell’uomo contemporaneo e a tutte le sue attività. Da crisi spirituale diventa, quindi, culturale, sociale, politica, economica...

Essendo alla radice spirituale, questa crisi non si risolve se non con una conversione tanto profonda quanto lo è stata l’apostasia. Una conversione che, sempre nella logica del messaggio, dovrebbe poi toccare tutti gli aspetti della personalità dell’uomo contemporaneo e tutte le sue attività. Ed è proprio questa la parola chiave del messaggio: conversione. La stessa conversione della Russia è condizionata a un cambiamento spirituale: “se si ascolteranno le mie richieste...”.

Ora, perfino una vista superficiale alla situazione odierna nel mondo non può che constatare che le richieste della Madonna non sono state accolte.

La Madonna, comunque, accenna alla conversione quando promette il trionfo del Suo Cuore Immacolato. Fatima non è solo un messaggio di tragedia ma anche, e soprattutto, di speranza. La grazia divina non mancherà, e in modo sovrabbondante.

D’altronde, nemo summo fit repente, niente di molto grande spunta dal nulla. È chiaro che questa crisi non è sorta ieri, bensì è conseguenza di un lunghissimo processo storico di decadenza, che molti autori, seguendo il Magistero dei Papi contemporanei, hanno chiamato Rivoluzione.

Per un nesso della logica nel messaggio della Madonna a Fatima, il panorama dei giorni nostri, così confuso per tanti versi, appare invece chiaro nei suoi significati più profondi: ci troviamo alle estreme mosse d’una lotta fra la Chiesa e questo processo critico di scristianizzazione che da secoli trascina l’umanità nella voragine, una lotta che diremmo a morte se uno dei contendenti non fosse immortale. Una lotta, d’altronde, il cui esito è scontato: Infine il mio Cuore Immacolato trionferà!

 

La misteriosa missione della Russia

A questo punto vorrei accennare a ciò che definirei la misteriosa missione della Russia. Misteriosa non perché vi sia qualcosa di occulto, ma perché è una missione così trascendentale che non riusciamo ancora a capirne tutta la portata. La Russia è nominata ben due volte nel segreto di Fatima.

Menzionata prima come strumento dei castighi – gli “errori della Russia”, cioè il comunismo sovietico, del quale la Russia, andando contro le proprie radici, si trasformò in focolaio e portabandiera – è invece poi celebrata come il Paese la cui conversione, una volta consacrato dal Romano Pontefice alla Madonna, apre l’era del trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Perché questa importanza della Russia nei disegni della Divina Provvidenza? In cosa consiste esattamente la “conversione della Russia”, che la fa passare da flagello di Dio ad antesignana del trionfo del Cuore Immacolato?

Ecco delle bellissime domande davanti alle quali io mi inchino reverente. Domande che dovranno trovare risposta venendo incontro alle parole della stessa Madonna: “Se si ascolteranno le mie richieste, la Russia si convertirà”. Tutto dipende, dunque, dalla fedeltà al messaggio della Madre di Dio. Ed ecco perché credo che, in questo convegno, nel cuore della Russia, stiamo trattando punti nevralgici per il futuro del vostro Paese e dell’umanità.

 

Tradizione Famiglia Proprietà

È questo lo scenario in cui l’Associazione Tradizione Famiglia Proprietà svolge il suo impegno.

La TFP è costituita da laici cattolici impegnati in una pacifica e legale azione di denuncia degli errori del comunismo sovietico, alla luce della dottrina sociale della Chiesa e del diritto naturale. Tale posizione non fu assunta per interessi politici, ma motivata dalla profonda convinzione che quella ideologia fosse una delle più compiute negazioni, sia dell’ordine naturale che di tutti i precetti del Decalogo. Non per niente essa fu qualificata dall’allora cardinale Joseph Ratzinger “la vergogna del nostro tempo”.

In seguito al crollo del sistema comunista, questi laici trovarono perfettamente naturale, in base alla loro impostazione filosofica e religiosa, continuare ad impegnarsi dando vita a varie campagne per venire incontro ai bisogni spirituali, morali e materiali delle popolazioni vittime del menzionato flagello. Dal 1991, la famiglia spirituale delle TFP ha portato avanti un’infinità di progetti in questo ambito, il cui semplice elenco sarebbe troppo lungo da riportare in questa sede.

 

Ad te levavi oculos meos

I notevoli traguardi raggiunti in questa impresa missionaria e di evangelizzazione stanno a testimoniare la serietà del nostro impegno. Ma non possiamo non volgere lo sguardo a Colei che, fra tutti, ne porta il merito principale: Maria Santissima. Per le grazie così maternamente profuse su quest’opera, possiamo e dobbiamo dire: la TFP è tua e solo tua, o Maria! Senza il tuo aiuto, niente di tutto ciò sarebbe stato possibile.

Ad te levavi oculos meos, qui habitas in Coelis (Sal. 122). È con gli occhi fissi in Maria, Madre di Dio e Madre nostra, da Cui ci vengono tutte le grazie, che chiudo il mio intervento.

Categoria: Giugno 2015

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter