2016

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

L’Angelus e il Natale


di Plinio Corrêa de Oliveira


In tre punti, l’Angelus condensa tutta la storia del Natale in una forma talmente sintetica, breve, logica e densa, che non è necessario aggiungere nulla. La preghiera dell’Angelus è una meditazione sul Natale, fatta da tre punti essenziali. È una preghiera eminentemente logica e ben costruita.

In tutte le cose della Chiesa, però, su una struttura logica e coerente risplende poi un universo di imponderabili e di sacralità, una vera bellezza che forma un tutt’uno con la struttura logica.

Vediamo come la storia del Natale è nell’Angelus:

1° punto: L’Angelo del Signore portò l’annuncio a Maria, ed Ella concepì per opera dello Spirito Santo;

2° punto: Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me secondo la tua volontà;

3° punto: Il Verbo Divino si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi.

Questi sono i tre aspetti del Natale. Il primo glorifica il messaggio dell’angelo. Il secondo glorifica l’atteggiamento di Nostra Signora di piena obbedienza a quel messaggio. Il terzo glorifica Dio stesso che, nella Seconda Persona della Santissima Trinità, non solo si è incarnato, ma è nato e venne ad abitare in mezzo a noi.

In questi tre punti è condensata tutta la storia del Natale in un modo così conciso, breve, logico e denso, che non si può aggiungere nulla. L’incarnazione e la nascita del Verbo di Dio è il più grande evento nella storia umana.

Categoria: Dicembre 2016

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter