2017

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

USA: un “11 settembre” ogni mese

L’Amministrazione Trump ha costituito la President’s Commission on Combating Drug Addiction and the Opioid Crisis per investigare e suggerire soluzioni all’epidemia di consumo di droghe oppioidi che sta devastando il Paese, provocando più di 30mila morti all’anno, cioè l’equivalente di un “11 settembre” ogni mese.

Gli oppioidi sono composti chimici psicoattivi che producono effetti farmacologici simili a quelli della morfina o di altre sostanze morfino-simili. Sempre presenti nel mondo della tossicodipendenza, il loro consumo è quasi quadruplicato dal 2000, inducendo il governo degli Stati Uniti a parlare di “epidemia”. Diversi Stati hanno già dichiarato lo stato di emergenza sanitaria. Thomas Frieden, direttore dei Centers for Disease Control and Prevention, avverte: “Gli Stati Uniti sono inondati da oppioidi. Questa è la peggiore crisi della nostra storia. Nei prossimi dieci anni potrebbro morire mezzo milione di persone”. Ormai l’abuso di sostanze è la prima causa mortis tra gli under-50. L’impatto sull’economia è altrettanto devastante: 75,5 miliardi di dollari persi ogni anno.

Krokodil: la droga che ti mangia vivo

La chiamano Krokodil. Dopo aver spopolato in Russia, dove i consumatori hanno superato il milione, si sta diffondendo anche nell’Occidente. Si tratta di una droga low cost, che chiunque può fabbricare a casa, mescolando benzina, olio, codeina e altre sostanze facilmente reperibili. È trenta volte più potente dell’eroina.

Gli effetti sono devastanti: la persona letteralmente impazzisce per periodi più o meno lunghi. Dopo poche dosi, la droga comincia a mangiarsi il corpo della persona, trasformandola in una sorta di zombie. La carne comincia a cadere a pezzi, provocando dolori lancinanti. La morte avviene dopo alcuni mesi, per totale collasso dell’organismo.

La maggior parte dei consumatori di Krokodril afferma di aver iniziato con l’abuso di sostanze attraverso le cosiddette droghe “leggere”.

Categoria: Dicembre 2017

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter