Testo

2012

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Due immagini, un abisso...

 

Certe immagini parlano più delle parole.

 

pucp_corpus_christi-1942

La prima fotografia mostra la processione del Corpus Domini a Lima nel 1950. Le autorità della Pontificia Università Cattolica del Perù (PUCP) rendono omaggio istituzionale al Santissimo Sacramento. In primo piano, il Magnifico Rettore Monsignor Fidel Tubino con, a fianco, il suo successore P. Philip McGregor, attorniati da professori. Tutti in ginocchio, composti e raccolti, adorano Dio nell’Eucaristia, consapevoli della propria identità e di ciò che rappresentano.


insulto_cardenal

 

La seconda fotografia, pubblicata dal quotidiano “Correo” il 10/05/2011, mostra l’attuale Rettore della PUCP, prof.  Marcial Rubio, insieme al vice Rettore, mentre partecipano ad una manifestazione di ripudio del cardinale Juan Luis Cipriani, Arcivescovo di Lima, raffigurato dal grottesco personaggio con abito talare e mitra episcopale.

La manifestazione era stata convocata per protestare contro la richiesta della Santa Sede di annullare alcune disposizioni prese dall’Assemblea Universitaria in modo illegittimo, cioè senza la previa autorizzazione della Curia e del Vaticano, come invece prevedono gli Statuti.

Il contrasto tra le due scene non potrebbe essere più drammatico. E ritrae il processo di perdita di identità subito dalla PUCP. Quasi nulla rimane del confessionalismo cattolico. Al di là delle polemiche sul livello accademico dell’ateneo, il fatto è che, ideologicamente, la PUCP è diventata un focolaio di egualitarismo relativistico, identificato apertamente con le posizioni dell’estrema sinistra. Niente di più logico, poiché il Rettore è un ex leader della Sinistra Unita nonché militante del Partito Socialista Rivoluzionario. Cioè, due realtà agli antipodi del pensiero cattolico.

Le polemiche potranno infuriare finché si vorrà. Ma queste immagini ritraggono una realtà tangibile, cruda e innegabile: la Pontificia Università Cattolica del Perù ha cessato di essere cattolica. È un dato di fatto. E, come insegna S. Tommaso, contra facta nihil valent argumenta.

Categoria: Ottobre 2012

Iscriviti alla Newsletter

captcha 
Inoltre se desiderate essere invitati alle riunioni pubbliche in una delle città sopra elencate, Vi preghiamo di selezionare la casella corrispondente.
FacebookTwitter